Author Archives: Blog Live

  • 0

Integrazione sociale: Live Institute è “Impresa Work Friendly”

Category : Newsletter

Anche la nostra scuola Live Institute è stata insignita del Certificato “Impresa Work Friendly”, per il progetto P.O.L.I.S., che ha lo scopo di promuovere il lavoro come strumento per l’integrazione sociale e ha ricevuto l’attestato di riconoscimento “Job Advisor 2017” da parte del Comune di Firenze.

La nomina è dovuta all’inserimento della nostra scuola nel progetto P.O.L.I.S. del Comune di Firenze, iniziato nel 2013 e concluso lo scorso agosto, gestito da Co&So, Metropoli e Caritas per l’inserimento socio lavorativo di persone svantaggiate, grazie anche al sistema di interventi sostenuto da Fondazione CR Firenze.

Grazie a questo progetto sono state assunte 226 persone svantaggiate. E contattate oltre 4800 aziende, di cui 412 hanno accettato di far parte di una grande banca dati. Sono solo alcuni dei numeri che raccontano 
P.O.L.I.S. si è rivolto alle persone con disabilità psichica o fisica certificata e alle persone segnalate dai servizi sociali con problematiche di marginalità. L’idea di fondo è che il lavoro non debba essere usato come fine, ma come strumento di cura della persona. Dal 2013 al primo semestre 2017 sono stati 964 i percorsi di orientamento, 288 i tirocini con borsa lavoro, 986 gli inserimenti socio-terapeurici, 65 i tirocini con Giovani Sì e legge 68, e 229 le persone formate.

I dati sono stati l’argomento del convegno “Il lavoro come strumento per l’integrazione sociale” (Fondazione CR Firenze, 15 dicembre 2017),  promosso dalla Fondazione stessa, dal Comune di Firenze e dal Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università degli studi Firenze. Il convegno è stata anche l’occasione per lanciare il nuovo progetto P.O.L.I.S. 2.0.


  • 0
Natale

Live Christmas Party: l’inglese si insegna giocando!

Category : Uncategorized

Per un Natale multiculturale e all’insegna dell’apprendimento giocoso delle lingue, Live Institute organizza il “Live Christmas Party”. L’appuntamento è per venerdì 15 dicembre 2017, dalle 20, al Pub “The Florence Irish Pub”, In Via Santa Caterina d’Alessandria 16/16b, a Firenze.

Si tratta di un’opportunità per tutti coloro che vogliono conversare in inglese e conoscere la realtà di questa Scuola fiorentina che quest’anno festeggia 30 anni di attività.

Live Institute, fondata nel 1987 a Firenze, è una solida realtà di formazione linguistica radicata nel territorio fiorentino e nazionale. L’Istituto è nato proprio con l’intento di rispondere alle esigenze delle aziende che hanno bisogno di una formazione linguistica di qualità e nel campo delle traduzioni e interpretariato in ambito aziendale.

In questo caso, il Christmas Party sarà una serata dedicata alla conversazione in lingua, utilizzando anche “english games” per divertirsi insieme. Tra i giochi proposti ci saranno giochi da tavolo come Monopoly, Guess Who I Am, Uno oppure word games e giochi con carte.

Si tratta di una serata adatta anche a persone che vogliono avvicinarsi alla lingua in modo giocoso, come primo approccio alla lingua.

Dal 2004 Live Institute ha intrapreso anche il percorso di insegnamento della lingua formulando progetti specifici per bambini (6-11 anni) e ragazzi (12-14 anni) e adulti. Docenti altamente qualificati, metodologie interattive ed innovative hanno permesso, nel corso degli anni, di ampliare l’offerta formativa dedicata a diverse topologie di realtà, come scuole, associazioni, cooperative, gruppi privati, declinando i programmi alle diverse esigenze.

Le lingue insegnate nell’Istituto sono: inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo, cinese, portoghese, arabo e italiano.

Per informazioni: 
Tel 055-363032 
live@liveinstitute.it


  • 0
letture-animate-inglese-live-institute

Letture animate in inglese per bambini al Live Institute

Category : Uncategorized

Live Institute organizza un ciclo di letture animate per bambini in inglese per quattro venerdì, a partire da venerdì 24 novembre 2017. L’appuntamento è nella sede di Live Institutein Viale Belfiore 41, a Firenze, dalle 17 alle 19.

Dalla nascita fino all’adolescenza, un bambino apprende una lingua per “osmosi”: l’importante è essere esposti, comunicare, avere la situazione emotiva e motivazionale giusta e la lingua si apprende spontaneamente.

Si tratta di passare un pomeriggio ascoltando il racconto di una bella storia, facendo merenda con tè e biscotti e impegnarsi in una bella attività manuale creativa correlata alla storia che si è appena letta, tutto questo in lingua inglese? Questo è il “Fairytale Friday” di Live Institute!

L’iniziativa è in collaborazione con Giunti Kids e Junior, utilizzeremo per le letture i testi della collana “Scuola d’Inglese II livello”: www.giunti.it/editori/giunti-junior/scuola-d-inglese-ii-livello

L’età consigliata è dai 7 agli 11 anni.
Il costo della iniziativa è di 10 euro a bambino a singolo incontro e comprende la lettura animata con laboratorio e una piccola merenda.
Si può prenotare anche le quattro letture al costo di 40 euro.

L’iniziativa è in collaborazione con Giunti Kids e Junior, utilizzeremo per le letture i testi della collana “Scuola d’Inglese II livello”: www.giunti.it/editori/giunti-junior/scuola-d-inglese-ii-livello

Ogni lettura è per un massimo di 10 bambini a incontro. A ogni incontro sarà richiesto di portare un oggetto per rendere ancora più coinvolgente l’approccio alla lingua per i bambini. 

Per partecipare è necessaria l’iscrizione via mail all’indirizzo: livesocial@liveinstitute.it. L’evento sarà realizzato con un minimo di 7 iscritti.

PROGRAMMA
Dalle 17 alle 19

 24 novembre 2017  Alice in Wonderland con Tea Party con il Cappellaio Matto: a ogni bambino sarà chiesto di portare un cappello stravagante e colorato

 1 dicembre 2017  Treasure Island: a ogni bambino sarà richiesto di portare un piccolo pezzo di stoffa nero

 15 dicembre 2017  Peter Pan: a ogni bambino sarà chiesto di portare un calzino vecchio e una piccola torcia

 22 dicembre 2017  A Christmas Carol: a ogni bambino sarà richiesto di portare una foto di famiglia

IDEA PROGETTUALE

L’obiettivo di queste letture è aiutare i bambini nella conoscenza della lingua, soprattutto nella modalità di conversazione, che di comprensione. Le attività laboratoriali si propongono di avvicinare i bambini alla lingua attraverso “il fare”. “Introdurremo la lingua in modo attivo – spiega l’insegnante madrelingua di Live Institute – con attività culturali, incuriosendo i bambini e avvicinandoli alla lingua con un approccio ludico e emotivamente positivo. La creatività, la sperimentazione e la scoperta attraverso il gioco rendono più naturale l’apprendimento della lingua inglese.”

“Fairytale Friday” è un progetto di promozione alla lettura in lingua inglese, con laboratorio espressivo-manuale correlato.
Il nome del progetto si è ispirato alla antologia “Fiabe del focolare” dei fratelli Grimm, che raccolsero molte storie dalla tradizione popolare per tramandarle alle generazioni future.
Live Institute ha pensato di creare un ciclo di letture di quattro incontri, attraverso i romanzi di importanti autori per bambini e ragazzi, unendo la lettura in inglese ad un laboratorio manuale/creativo sempre in inglese, curate dalla nostra insegnante madrelingua, specializzata in corsi ed eventi dedicati ai bambini.


Per informazioni: 
livesocial@liveinstitute.it
055-363032 – 3881834618

Character vector created by Freepik

 


  • 0
Corsi inglese bambini e ragazzi

Open Week: ecco i Corsi di inglese per bambini e ragazzi

Live Institute apre le porte della Scuola e presenta i Corsi per bambini e ragazzi. Dal 6 al 10 novembre 2017 si potranno provare lezioni gratuite di inglese per le fasce di età che vanno dai 4 ai 12 anni. 

Creatività e gioco in inglese

“Nel nostro Istituto crediamo che il miglior modo per imparare una lingua sia “viverla”, per questo motivo saranno utilizzate metodologie giocose e inclusive per aiutare i bambini a parlare inglese – spiega l’insegnante Sarah – nella nostra filosofia di insegnamento utilizziamo principi ispirati a Froebel, Steiner e Montessori. Ognuno di questi grandi pedagogisti crede nello sviluppo olistico del bambino.”

Bambini come Alberi

Si può dire che ogni bambino è un seme e come dice Bruno Munari “L’albero è l’esplosione lentissima di un seme”: prendersi cura dei semi significa avere un bellissimo bosco in futuro.

La creatività, la sperimentazione e la scoperta attraverso il gioco rendono più naturale l’apprendimento della lingua inglese: con i corsi di Live Institute, i bambini potranno ascoltare l’insegnante madrelingua e fare contemporaneamente attività, giochi e laboratori creativi.

Il fare”avvicina in modo naturale alla lingua: saranno utilizzati giochi da tavolo, canzoni e filastrocche, ricette di cucina, letture animate, video e cartoni animati per incoraggiare la conversazione in lingua.

Approccio positivo

Secondo Friedrich Froebel, pedagogista tedesco, lo sviluppo del bambino avviene grazie alla possibilità di immergersi nella natura, di sperimentarla, di parteciparvi con emozione e di viverla attraverso il gioco e l’attività artistico-espressiva. “La nostra metodologia segue anche i principi della scuola montessoriana – continua Sarah del Live Institute – cioè incoraggiare i bambini a trovare soluzioni e a essere indipendenti. Sarà utilizzato il rinforzo positivo e l’approccio ludico per aiutare gli studenti ad avere emozioni positive nei confronti della lingua straniera.”

La Scuola cercherà di porre attenzione ai bisogni e alle necessità di ogni singolo bambino, per capire i suoi punti di forza e i suoi punti di debolezza e aiutarlo così ad avere un atteggiamento emotivo positivo verso l’inglese.

Contatta la Scuola

Per ogni corso, programmato in base all’età, potranno partecipare massimo 10 bambini/e: è necessaria quindi la prenotazione telefonica al numero 055-363032 oppure via mail a livesocial@liveinstitute.it

Water image created by Natanaelginting – Freepik.com


  • 0
Fiaba irlandese per bambini

Il Salmone della Conoscenza e altre storie

Live Institute festeggia i nuovi locali della sede di Viale Belfiore 41 a Firenze, con una Festa di Halloween dedicata ai bambini in tema irlandese.

L’IRLANDA E LE SUE LEGGENDE

Conosciamo l’Irlanda per la bellezza del paesaggio, il suo verde e le origini celtiche, conosciamo meno le leggende e bellissime storie irlandesi che si narrano dalla notte dei tempi. Una di queste è quella del Samone delle Conoscenza.

LA STORIA DEL SALMONE

Si racconta che un salmone mangiò le nove nocciole cadute nel Pozzo della Saggezza da nove alberi di nocciolo che circondavano la fontana. Fu così che il Salmone acquisì tutto il sapere del mondo.

Esisteva una profezia che diceva che colui che avesse mangiato un pezzetto del Salome avrebbe ottenuto tutta la sapienza. Il leggendario poeta irlandese Finegas seppe la storia del Salmone e per sette anni tentò di pescare il salmone.

All’epoca Finegas aveva un apprendista molto sveglio e intelligente, si chiamava Fionn e lo seguiva dappertutto.

Un giorno Finegas finalmente riuscì a catturare il Salmone e lo mostrò orgoglioso al giovane Fionn. Finegas doveva sbrigare alcune faccende e allontanarsi da quel luogo per del tempo, chiese allora al suo apprendista Fionn di cucinarlo sul fuoco e si raccomandò di non assaggiare il pesce per nessun motivo.

Quando tornò dal giovane, il vecchio poeta sentì il profumo del Salmone cotto alla brace, ma si accorse subito che Fionn non era più come lo aveva lasciato, sentiva che era cambiato. Chiese al giovane se avesse assaggaito il Salmone, ed in effetti Fionn raccontò con sincerità che sul suo pollice era caduto un po’ di grasso bollente del salmone e per alleviare il dolore, si era succhito il dito.

Ovviamente così facendo aveva assaggiato il salmone e per questo aveva acquisito tutte le conoscenze del mondo. Finegas credette al racconto del giovane e, pur con gran dispiacere, gli disse di mangiare il resto del pesce in modo che fosse lui ad acquisire tutto il potere del Salmone.

In questo modo Fionn divenne uno dei più valorosi e saggi guerrieri Irlandesi.

SALMONE COME SIMBOLO DI NUTRIMENTO SPIRITUALE

In questa storia il Salmone è rappresentato come simbolo di conoscenza, saggezza e nutrimento spirituale, ma anche di grande forza fisica e mentale, poiché lotta come un guerriero tenace contro la corrente durante la risalita dal mare alla sorgente.

IMPARA L’INGLESE ATTRAVERSO  MITI E LEGGENDE

Vieni a conoscere questa ed altre leggende irlandesi: partecipa al nostro Irish Halloween Party domenica 29 ottobre 2017, dalle 16 alle 19, al Live Institute in Viale Belfiore 41, a Firenze!

Immagine: “Salmon of Knowledge” – Irish Stamp from An Post. Image Source: writingsinrhyme.com


  • 0

Halloween irlandese al Live Institute

INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DELLA SCUOLA

Live Institute festeggia i nuovi locali della sede di Viale Belfiore 41 a Firenze, con una Festa di Halloween all’insegna dell’Irlanda domenica 29 ottobre 2017, dalle 16 alle 19.


La Festa di Halloween è molto sentita dal popolo irlandese, proprio perchè ha origini celtiche.

L’insegnante irlandese della nostra scuola Sarah Gleeson, ha voluto organizzare questa Festa proprio per far conoscere i tradizionali giochi e le storie che si raccontano per questa festa.

LA LEGGENDA DEI FAIRY FORTS

“Il popolo irlandese – spiega Sarah – sa essere molto superstizioso e ha un curioso rapporto verso l’ignoto e i misteri.

Ad esempio, non tutti conoscono la leggenda delle Fairy forts, o forti fiabeschi, circolari tumuli di terra o cerchi formati da arbusti, che secondo il popolo irlandese sono abitati dalle fate, chiamate anche “Good People. Alle persone non è permesso entrare dentro questi cerchi magici, perchè porta sfortuna.

Nel passato ci sono state persone che hanno tentato di entrare e distruggere questi cerchi, ma hanno sempre desistito a causa di una serie di misteriori incidenti che hanno bloccato il loro piano, come successe a un contadino che cercava di spianare un fairyforts con un trattore, il giorno prima di iniziare il lavoro, il trattore era misteriosamente distrutto.

Nessuno ha la certezza che la causa di questi eventi sfortunati possa davvero dipendere dalle fate, ma tutti sono troppo spaventati per scoprirlo. Va precisato che non tutte le fate portano sfortuna o causano incidenti.

I FOLLETTI 

C’è anche un altro personaggio magico, oltre la fata, ed è il folletto, detto “leprechaun” in inglese.

Si tratta di una sorta di gnomo, tipico del folklore e della mitologia irlandese,vestito di verde e che ha montagne di oro nascosto.

“Se tu sei abbastanza fortunato da catturare un folletto – continua Sarah – lui allora deve darti una pentola piena di oro, ma bisogna stare molto attenti, perchè questi folletti sono furbi e intelligenti e proveranno a ingannarti dicendoti che, se li lasci andare, ti daranno tutto l’oro che possiedono, ma non bisogna credere loro e non lasciarli scappare.”

IL SALMONE DELLA SAGGEZZA E LE SELKIE

Racconteremo ancora tante leggende irlandesi, come quella del “Salmone della saggezza: che narra la storia di un normale salmone che mangiò nove nocciole cadute nel Pozzo della Saggezza (Tobar Segais) da nove alberi di nocciolo che circondavano la fontana. In questo modo il salmone acquisì tutto il sapere del mondo e la prima persona che avesse mangiato la sua carne, avrebbe ottenuto, a sua volta, questo sapere. Oppure racconteremo la storia delle Selkie, sirene iraldesi, creature mitologiche che possono trasformarsi da foche a donne nelle notti di luna piena. Grandi e piccini, rigorosamente vestiti con costumi di halloween, parteciperanno al Contest per “Il Vestito più originale”.

La partecipazione è libera e gratuita, ma è necessaria la prenotazione.

Per prenotazioni e informazioni:
live@liveinstitute.it – 055-362011 o 055 363032